Privacy Policy inaugurazione biblioteca
Crea sito
Home

 

29 Maggio:  INAUGURAZIONE DELLA BIBLIOTECA

Era il  giorno atteso da tutti, ognuno cercava di immaginare come era stata trasformata quella stanza, fino a quel momento un po’ anonima, che avrebbe “ospitato” soprattutto le opere letterarie di Leonardo Sciascia. Dopo i discorsi delle varie istituzioni, le esibizioni dei compagni di Giovanni per rendere quel giorno qualcosa da ricordare… giunge il momento più atteso:  il “ taglio del nastro”  un compito che toccava a un membro dell’istituzione scolastica presenti, alla figlia dello scrittore, presente per l’occasione ma hanno voluto accanto Giovanni “ … l’artista  che aveva dato vita con semplicità, con originalità alla creazione di un angolo incredibilmente accogliente … “  ha fatto di tutto,   affinché il lavoro incidesse pochissimo sulle spese della scuola.
Dalle foto scattate quel giorno, in ricordo di quel evento, si nota subito la sua espressione felice. Guardarlo e capire che era felice per quanto aveva creato era evidente, gli brillavano gli occhi e anche il suo timido sorriso era splendido. Con garbo eludeva i complimenti che riceveva da tutti , e l’essere elogiato dai professori e dalla Figlia dello scrittore , l’hanno imbarazzato enormemente … non per immodestia, era grato a tutti . Giovanni non  amava essere al centro dell’attenzione, ma quel pomeriggio non si poteva sottrarre all’ammirazione di chi passando tra i vari scaffali si soffermava e lo elogiava per il suo talento … il suo  sguardo era un  misto di felicità, orgoglio per aver potuto donare qualcosa di bello alla “sua” scuola … felice ma inconsapevole del suo talento, del dono che aveva nelle mani per questo era amato da tutti … il suo essere umile, il suo sorriso disarmante  incantava tutti  … Il “ pittore dalle mani d’oro “ … così lo chiamavano quel giorno i suoi compagni, e lui …. rideva, scherzosamente  cercava di atteggiarsi a grande artista …  scherzava … perché lui voleva essere un uomo che porta avanti la sua passione…. Il sogno che avrebbe realizzato nel tempo …   

 

 

 

RACALMUTO INAUGURAZIONE BIBLIOTECA LEONARDO SCIASCIA

Sarà inaugurata domani (venerdì 29 maggio) alle 18,00 la biblioteca “Leonardo Sciascia” della scuola media “Pietro D’Asaro” di Racalmuto.Tra le iniziative racalmutesi del ventennale della scomparsa dello scrittore anche la manifestazione “I suoi libri lo ricorderanno” organizzata dalla scuola di Racalmuto.Prima del taglio del nastro si terrà un incontro dove interverranno il dirigente scolastico Michele Passalacqua, il indaco Salvatore Petrotto, l’arciprete Don Diego Martorana, l’ex dirigente scolastico Angelo Morreale, gli insegnati Maria Tirone, responsabile del laboratorio lettura della scuola, Carmela Fantauzzo e Domenico Mannella che per l’occasione accompagnerà a pianoforte gli allievi della scuola che leggerano brani di Leonardo Sciascia dedicate a Racalmutoe all’impegno civile dell’autore del Giorno della civetta.Interverranno inoltre Anna Maria Sciascia, figlia dello scrittore, Aldo Scimè, vice-presidente della Fondazione Sciascia e Salvatore Picone, giornalista del periodico “Malgrado tutto”. Per l’occasione saranno proiettate diverse immagini di Racalmuto in un filmato curato da Pietro Tulumello e Vincenzo Lauricella. “Inaugurare una biblioteca – dichiara Aldo Scimè – è il miglior modo per ricordare uno scrittore”.

 

Salvatore Picone ricorda così Giovanni Marchese

Il giovane Giovanni Marchese con la figlia di Leonardo Sciascia,Anna Maria, in occasione dell'inaugurazione della bibliotecadella scuola media di Racalmuto(Foto di Pietro Tulumello)

Questo è il mio modo per ricordare Giovanni Marchese.
L'ho conosciuto a maggio, in occasione dell'inaugurazione della biblioteca dedicata a Leonardo Sciascia. Biblioteca della scuola media "Pietro D'Asaro" di Racalmuto che Giovanni frequentava. Era coetaneo di mio fratello Federico. L'ho conosciuto, dicevo, a maggio. Anche se avevo avuto occasione di parlare con lui l'anno scorso ad agosto, quando con Don Diego Martorana andavamo spesso nella falegnameria del nonno di Giovanni per via dei lavori per la riapertura della Matrice.
In quell'occasione, in verità, ho avuto modo di apprezzare le sue doti artistiche. E ricordo anche quando, qualche anno fa, portò il suo lavoro in legno sul teatro Regina Margherita. Io lavoravo proprio al teatro e quella riduzione fu esposta, se ricordo bene, per qualche giorno nel foyer del "Regina Margherita".
Ma l'ho conosciuto bene, come dicevo, a maggio.Abbiamo parlato di libri, dei suoi interessi di lettura. Restai - ammetto - meravigliato di questo ragazzo di tredici anni che parlava con molta disinvoltura di arte, letteratura, storia. E' stato lui a realizzare la biblioteca della "sua" scuola. A realizzarla in tutto e per tutto. Ricordo che qualche giorno prima dell'inaugurazione mancavano ancora gli scaffali. Lui, assieme ad altri professori, ha risolto tutto. E la sera della manifestazione la figlia di Leonardo Sciascia, la signora Anna Maria, lo ringraziò. Come si vede in questa foto ed altre che presto consegnerò alla scuola affinchè possano metterle in quella sala, a futura memoria. E non sarebbe male se un angolo della scuola di Racalmuto, dove ci sono parte dei suoi lavori, sarebbe dedicata a lui, al giovane Giovanni Marchese.

Regalpetra libera Racalmuto